Il Vangelo : Gesù dettò a Tommaso

Gesù insegna ai bambini

Gesù come già ribadito, disse che non dobbiamo affatto pregare , perché così facendo ci costruiamo un inferno ,inoltre chiediamo continuamente , e ci poniamo in una posizione addirittura superiore a Dio stesso , dato che con la preghiera andiamo ad insegnarLi cosa sia buono e giusto per noi, come che sé Dio, che ci ha creato a Sua somiglianza con immenso amore , non sapesse cosa sia Veramente Buono è Giusto per noi.
Allora verrebbe da chiedersi il perché, ci abbia insegnato la “Preghiera” per eccellenza “Il Padre Nostro”.
La risposta è ,che essa non è affatto una preghiera , ma bensì un “Insegnamento” su ciò che dobbiamo fare noi ogni giorno, e di cosa ha fatto Dio , è fà, ogni giorno per noi.

L’errore è entrato dal fatto che in ebraico tali verbi sono al presente.  

 

         “L’Insegnamento di Gesù”                                                      Ciò che ripetiamo da 2000 anni                            “IL Padre Nostro”                                                                      “il padre nostro”


       Padre nostro, che sei nei cieli:                                                       Padre nostro, che sei nei cieli:

       Il Tuo nome é santificato.                                                             Sia santificato il tuo nome. 

       Il Tuo Regno è qui                                                                               Venga il tuo regno.

       La Tua volontà é fatta.                                                                Sia fatta la tua volontà,

       come in cielo così in terra.                                                            come in cielo così in terra.

       Tu ci dai il pane quotidiano.                                                          Dacci oggi il nostro pane quotidiano. 

       Tu ci rimetti i nostri debiti nell'istante                                             E rimetti a noi i nostri debiti come     
       
       esatto in cui noi li rimettiamo ai nostri debitori.                                 noi li rimettiamo ai nostri debitori

       Tu non ci induci in tentazione.                                                       E non ci indurre in tentazione.

       Tu ci liberi dal Male.                                                                    Ma liberaci dal male amen.

       Amen. (In verità)  

Lascio a Voi le varie considerazioni, nel paragonare ciò che andiamo ripetendo da duemila anni , a volte senza “Pensare” realmente al vero significato.